IT | ENG

DECRETO SBLOCCA ITALIA

Dal 1° luglio 2015 i nuovi edifici e le grandi ristrutturazioni dovranno essere Broadband Ready, come riportato nella norma del decreto Sblocca Italia (Dl n. 133/2014), che prevede l’obbligo di predisporre in fase di costruzione dei nuovi edifici e anche per quelli soggetti a pesanti ristrutturazioni, di “essere equipaggiati di un’infrastruttura fisica multiservizio passiva interna all’edificio, costituita da adeguati spazi istallativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica, fino ai punti terminali di rete”.


Questi edifici, realizzati secondo la norma, potranno esibire l'etichetta «predisposto alla banda larga», condizione necessaria in fase di affitto o di vendita dell'immobile.

A rilasciare la certificazione, sarà un tecnico specializzato e abilitato.

Per infrastruttura fisica multiservizio interna all'edificio si intende il complesso delle installazioni presenti all'interno degli edifici contenenti reti di accesso cablate in fibra ottica con terminazione fissa o senza fili, che permettono di fornire l'accesso ai servizi a banda ultralarga e di connettere il punto di accesso dell'edificio con il punto terminale di rete.

Clicca sull'allegato per scaricare la Guida CEI 306-22 per l’applicazione della Legge 11 novembre 2014, n° 164.

Attachments

Back to news archive