IT | ENG
CSQ iqnet

Agenzia delle Entrate e incentivi

7 luglio 2016 - Più volte, dall’entrata in vigore della legge di stabilità 2016, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulle norme di interesse fiscale. Ultime novità nei punti della Circolare 18 maggio 2016, n. 20 dedicati all’efficienza energetica e alle rinnovabili.
Per la cessione della detrazione ai fornitori che hanno effettuato interventi di riqualificazione energetica sulle parti comuni degli edifici, oltre ad elencare dettagliatamente le tipologie di soggetti ricadenti nella "no tax area", l’Agenzia ha precisato che i fornitori non sono obbligati ad accettare il credito. Quindi la cessione va concordata in fase di richiesta del preventivo.
Punto molto discusso quello sulla detrazione per l'acquisto, l'installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali (comma 88), l’estensione della detrazione fiscale del 65% anche a questi dispositivi per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative, che garantiscono un funzionamento efficiente degli impianti, nonché dotati di specifiche caratteristiche, consente "di beneficiare della detrazione anche nell'ipotesi in cui l'acquisto, l'installazione e la messa in opera dei dispositivi multimediali siano effettuati successivamente o anche in assenza di interventi di riqualificazione energetica". I dispositivi devono:
—    mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
—    mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
—    consentire l'accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

La detrazione spetta con riferimento alle spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016. Inoltre, considerato che gli interventi in esame hanno un costo ridotto rispetto a quelli già ammessi alla detrazione e che la norma non indica per gli interventi di "domotica" in questione l'importo massimo di detrazione fruibile, si ritiene che questa possa essere calcolata nella misura del 65% delle spese sostenute.
Per l’acquisto di immobili residenziali si ricorda la nuova detrazione Irpef del 50% dell'Iva pagata al costruttore. L’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito alla nozione di "impresa costruttrice", all'estensione del beneficio fiscale alle pertinenze (cantina, box auto, ecc.) e alla possibilità di cumulo con altre detrazioni.
La Circolare, inoltre, fa il punto su altre disposizioni di interesse energetico, quali la fiscalità agroenergetica, l'estensione del 65% agli istituti autonomi per le case popolari (IACP) e il bonus alberghi. Infatti, il comma 320 amplia il campo di applicazione del credito di imposta previsto per spese di ristrutturazione degli alberghi, in particolare si riconosce a favore delle imprese alberghiere esistenti alla data del 1° gennaio 2012 un credito di imposta nella misura del 30% delle spese sostenute dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016, fino a un massimo di 200.000 euro, relative ad interventi di ristrutturazione edilizia, di eliminazione delle barriere architettoniche, di incremento dell'efficienza energetica e di acquisto di mobili e componenti di arredo.

Scarica la Circolare Agenzia delle entrate
18 maggio 2016, n. 20 Legge 28 dicembre 2015, n. 208 - Legge di stabilità 2016 - Primi chiarimenti - Stralcio - Misure fiscali in materia di energia

 

Scopri le soluzioni di BTicino per la domotica

Incentivi anche per la domotica

Leggi le condizioni di accesso agli sgravi

Archivio newsTorna in home page